La nostra storia

Cene e pranzi con gli amici- slogan per lo sviluppo dell'autonomia di ragazze e ragazzi con disturbo autistico o sindrome di Asperger

La storia di Associazione Diesis Onlus

Nel 2006 l’équipe che si occupa di persone con difficoltà in Fondazione Enaip Lombardia di Milano, ha raccolto la sfida dell’integrazione sociale e lavorativa di giovani con autismo a medio e alto funzionamento e con sindrome di Asperger.
Un’équipe esperta in formazione di persone con disabilità, più due educatori, con la supervisione di una psicologa, ha creato un gruppo omogeneo di studenti, con cui ha lavorato realizzando un intervento formativo in quel momento unico nel suo genere per Milano.

Abbiamo realizzato integrazione non inserendo i ragazzi in una classe “normale”, da soli o con un insegnante di sostegno a fianco per poche ore, ma formando una classe di ragazzi e una ragazza che per le loro caratteristiche non avevano le capacità di stare insieme e sperimentando una didattica diversa, capace di valorizzare i punti di forza e le abilità delle persone con autismo, (elaborazione visiva, associazioni concrete, memorizzazione) spingendole a generalizzarle ad altre situazioni e a diventare consapevoli di possederle.
I due educatori, in particolare, hanno lavorato per facilitare la comunicazione, la lettura delle situazioni sociali, per aumentare la capacità di muoversi e di fare autonomamente, per esprimere e comprendere gli stati emotivi propri e altrui.
Abbiamo lavorato anche sulla capacità di stare insieme, di parlarsi, di giocare, di ridere, facendo sentire i ragazzi sereni, liberi. Abbiamo voluto sperimentare la vita di gruppo, pur salvaguardando la necessità per tutti di avere momenti esclusivamente per sé.
Le occasioni di formazione in tirocinio, in situazione di lavoro reale, sono state uno strumento potente di crescita. Le aziende sapevano “cosa” insegnare e trasmettere, noi eravamo in grado di dire loro “come” e i ragazzi sono diventati sempre più competenti.
I genitori, i nostri migliori alleati, hanno scommesso sul progetto, hanno sempre partecipato alle numerose riunioni, ascoltando, suggerendo, manifestando le loro preoccupazioni e il loro entusiasmo.
In queste occasioni hanno incominciato a conoscersi e un po’ alla volta hanno sentito che potevamo diventare un soggetto collettivo, capace di condividere le fatiche quotidiane, ma anche i passi in avanti dei loro figli.

E così, nel 2010, ecco nascere questa associazione, per cercare soluzioni e costruire un’altra bellezza …

UN’ALTRA BELLEZZA

Viviamo in una società dell’apparenza, piena di lustrini e colori affascinanti, di belle vetrine con oggetti che sembrano indispensabili.
È una società che vista da fuori, da lontano, ma forse anche da vicino, sembra bella, molto bella.
Però, noi siamo convinti che sia possibile costruire anche un’altra bellezza.
Noi crediamo in un’altra bellezza: la solidarietà, l’integrazione sociale e lavorativa sono “un’altra bellezza”, che può arricchire di valore la nostra vita, le aziende, le istituzioni e quindi la nostra società.

Se ci dicono che è solo il denaro a muovere il mondo, ci rendiamo conto che è solo in parte vero. Anche noi, come associazione, abbiamo bisogno del denaro per realizzare i nostri progetti, ma siamo convinti che il mondo vada avanti anche grazie ad altro: alla passione con cui ciascuno di noi, di tutti noi , fa il proprio lavoro, alla cultura, alle risate intelligenti, alla poesia, alla musica, ai bei ricordi, agli ideali, ai sogni che non dimentichiamo e per la cui realizzazione ci battiamo, all’amore grazie al quale cerchiamo di vedere sempre il lato migliore delle persone e delle cose, alla solidarietà, alla ricerca continua dell’integrazione.

Costruire un’altra bellezza è forse l’unica strada verso una società più giusta per tutti e per tutte.
Per realizzare questa impresa occorre una grande fiducia nell’umanità, occorre capire che se si prendono decisioni che favoriscono i più deboli e le più deboli, tutta l’umanità starà meglio.
Il Mahatma Gandhi dice “I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo”.
E’ l’associazione diesis ci vuole provare, ci prova attraverso le sue attività.

LE FINALITA’

L’associazione si propone di:
ampliare e consolidare rapporti sociali, promuovere formazione sociale e professionalizzante e favorire azioni di avvicinamento al mondo del lavoro.
collaborare con gli enti pubblici e privati al fine di avviare servizi adeguati per le persone con autismo di tutte le fasce di età
partecipare ad iniziative e progetti, in partnership con Associazioni Europee, finalizzati all’integrazione ed all’inserimento di persone con autismo nella scuola, nell’attività lavorativa e nella società;
diffondere informazioni sull’autismo e la sindrome di Asperger e creare le condizioni per una autentica integrazione

LE ATTIVITÁ

L’associazione si propone inoltre di fornire strumenti e occasioni perché le persone con autismo possano:
incrementare l’autonomia personale, valorizzare le proprie potenzialità, acquisire e sviluppare competenze relazionali, attraverso le seguenti iniziative:

Attività di sostegno e accompagnamento a momenti di vita residenziale al di fuori del contesto famigliare, quali organizzazione e gestione di appartamenti, uscite in spazi di autogestione.
Accompagnamento e facilitazione delle relazioni anche in ambito lavorativo: quali attività di tutoring comportamentale e relazionale all’interno delle aziende durante il periodo di tirocinio formativo, colloqui di orientamento e counselling prima, durante e dopo l’attività di tirocinio, incontri di mediazione relazionale tra tirocinante e referenti aziendali
Momenti di aggregazione quali uscite culturali, laboratori musicali ed espressivi, uscite serali per partecipare ad eventi, attività sportive dilettantistiche.
Progetti in collaborazione con organizzazioni ed enti territoriali, per favorire l’orientamento e l’inclusione scolastica
Corsi professionalizzanti e tirocini aziendali, in collaborazione con Fondazione Enaip Lombardia, per incentivare l’apprendimento di autonomie relazionali e professionali in ambito lavorativo
Esperienze di sostegno e valorizzazione della famiglia tramite accompagnamento e facilitazione delle relazioni in momenti di mutuo aiuto nell’attività di cura familiare e aggregazione ricreativa.

ASSOCIAZIONE DIESIS, lavora per crescere con qualità.

Angelo Chiodi